Buio a San Siro

mourinhoBirra, patatine e Manchester United!!

Leggo le formazioni e rilevo i 2 favori che Ferguson, pronti via, regala a Mourinho: Rooney e Tevez sono in panca: Ma mi passa subito il malumore: non fa in tempo ad iniziare la partita che Julio Cesar segna il primo goal dell'Inter tirando fuori dalla porta una testata di Cristiano Ronaldo che, 2 minuti dopo, rispiega a tutti su punizione chi è il pallone d'oro.

Di contro l'Inter prova subito a portarsi sul 9 a 0 con 3 trasformazioni alla maniera All Blacks. Inizia difatti Muntari, l'unico veramente All Black, prosegue Stankovic e conclude Ibrahimovic che, ad occhi sgranati per l'inizio del portoghese (quello in campo), decide di provare a vincere anche lui il pallone d'oro, quello ovale però!

Dopo 3 limpide occasioni in 7 minuti, la prima di Berbatov le restanti di Mago Giggs, finalmente Massimo Mauro ammette che l'Inter è "un po'" in difficolta! Non mi trova d'accordo, l'Inter non capisce nulla e quando butta la palla avanti vi trova solo il colore degli occhi di Ibra e Adriano che fa a sportellate con se stesso. La difesa del Man Utd, infatti, nemmeno lo considera!

Ronaldo sembra avere in mano il Joystick della Playstation e continua a fare quello che vuole. Punizione che chiama J.C. ad una difficile parata, colpo di testa fuori di un alito e altra punizione che riesce comunque a calciare in porta, nonostante la barriera sia seduta sul pallone.

Ci sarà una ragione perchè il Manchester non perde in Europa da 20 partite consecutive, e non è la stessa che garantisce all'Inter i 9 punti di vantaggio sulla Juventus. Attendo con calma la fine del primo tempo ed invece no: Toldo, sbraitando dalla panchina per la giusta ammonizione comminata a Maiconil (fallo su Park), decide di finire l'album delle figurine di merda e si fa ammonire da Cantalejo, che risparmia così sia il portoghese seduto che Beppe Baresi, che nel frattempo aveva già la mano alzata!

La solita Inter, se gli arbitri non le danno ragione, non ci sta!

Al rientro in campo, i nerazzurri fanno finta di iniziare a giocare e creano un paio di occasioni, in particolare quando Adriano, in  area avversaria, invece di saltare, sprofonda. Preferisce cercare il rigore piuttosto che il goal, questione di gusti, o di abitudini!

Il resto della gara, nonostante l'impegno di Massimo Mauro che ci ricorda quanto l'Inter stia crescendo, è di marca Red Devils, con Ronaldo che continua ad entrare ed uscire dall'area nerazzurra come se fosse una tenda, invogliando l'anziano Giggs a fare  altrettanto, riuscendovi.

I cambi di Mourinho non servono a granché, se non a far rimediare a Balotelli un'ulteriore figurina di merda. Celo, Celo, Celo, e  questa mi sa che è doppia. Sgambetta, atterra e tenta di zittire a muso duro Cristiano Ronaldo, che tutto si aspettava tranne la "personalità" del panchinaro 19enne. Più che Super Mario sembrava "Er piotta"!

Rimane il tempo per sentire, a fatica, i fischi dei tifosi nerazzurri che, timorosi, tentano di deconcentrare Ronaldo senza riuscirvi,
e per loro fortuna rimane concentrato Julio Cesar, che fa l'ultimo dei goals permettendo all'Inter di andarsi a giocare il ritorno
sotto le luci dell'Old Trafford, perché a San Siro, l'han visto tutti, c'era un buio pesto!


Prossima partita

JUVENTUS-BOLOGNA

Serie A

19 aprile 2014, ore 18.30

Foto Gallery