Facciamo la griglia di Napoli-Juventus

Braschi

Ormai ci siamo: venerdì sera al San Paolo, per il big match fra le prime della classe saranno di fronte Juventus e Napoli, distanziate di 6 punti, in un match che, anche se non fornirà una sentenza definitiva per il campionato, sicuramente potrà essere indicativo sulla reale forza delle due squadre.

Si comprende quindi come sia delicata la designazione del sestetto arbitrale che dovrà occuparsi di dirigere al meglio questo incontro, soprattutto dopo le polemiche arbitrali, spesso provenienti dall’ambiente partenopeo. Fra poco meno di 48 ore, presumibilmente alle solite 12.30 del giovedì, sul sito dell’AIA verranno pubblicate le decisioni del designatore Stefano Braschi e dei suoi collaboratori Livio Bazzoli e Alessandro Stagnoli.

In molti, su stampa, tv e internet hanno lanciato appelli o si sono avventurati sulla previsione della designazione. Da qualche anno anch'io mi diletto con le previsioni e spesso peraltro le azzecco pure: non ultime quelle relative alle partite proprio di Juventus e Napoli dell’ultimo turno di campionato anticipate già il martedì precedente la designazione. E allora, come avvenne nella partita di andata, dove indicai (forse tra i pochi) la designazione di Damato, ho deciso di tornare nuovamente a giocare un po’, analizzando il mio database che raccoglie le terne e i risultati conseguiti dalle 4 big di serie A (Juventus, Milan, Inter e Roma) in tutte le competizioni nazionali (Campionato, Coppa e Supercoppa) dal 2006 ad oggi, e a fare un borsino dei papabili sia fra gli arbitri che fra gli assistenti per il match formando quelle che una volta venivano anche chiamate griglie…

Questa volta il designatore Braschi ci sorprenderà con qualche designazione inattesa? Chissà, ma intanto proviamo lo stesso a indovinare, analizzando nel dettaglio i vari ruoli previsti che, visto lo spessore della partita, dovrebbe essere demandato a direttori di gara esperti anche in ambito internazionale.

ARBITRI

Considerata l’importanza del match è ragionevole presumere che sia designato un arbitro con lo status di internazionale. Sono quindi andato sul sito della FIFA per verificare gli arbitri italiani che appartengono a quel gruppo e li ho raccolti insieme andando a individuare per ognuno il totale delle partite sinora dirette in stagione, i precedenti stagionali con le due squadre (e le relative medie), l’ultima designazione con entrambe e, in ultimo, dove sono stati designati la scorsa giornata.

I dati raccolti sono i seguenti.

Consideriamo preclusi alla designazione i direttori di gara che hanno arbitrato nelle ultime giornate le due squadre: Antonio Damato (Arbitro contestato di Udinese-Napoli di ieri), Domenico Celi (Arbitro di Juventus-Siena) e Paolo Silvio Mazzoleni (che non ha mai diretto il Napoli in questa stagione dopo le polemiche del Napoli a Pechino). La lista degli internazionali scende quindi a 8.

Dagli 8 tenderei ad escludere Andrea De Marco che ha arbitrato domenica in campionato e lunedì la finale del Torneo di Viareggio, e quello che da molti, e a mio avviso con buone ragioni, considerata la sua crescita, nonostante un filo di presunzione di troppo, è considerato attualmente forse il miglior arbitro italiano ovvero Daniele Orsato (che, fra le altre cose, diresse - a mio avviso abbastanza bene - il match di Torino dello scorso anno terminato 3-0 per la Juventus). Ambedue hanno infatti diretto nell’ultima giornata, già detto di De Marco a Viareggio, per Orsato conta il fatto che abbia diretto sinora in ben 13 delle 26 giornate sinora giocate, risultando l’arbitro in assoluto più utilizzato in questo frangente di stagione. E’ quindi ragionevole pensare che Braschi utilizzi entrambi come assistenti di linea nei match di questa giornata.

Sulla via dell’esclusione anche Paolo Valeri che, dopo lo stop di 2 giornate per l’errore sul rigore concesso al Milan all’ultimo minuto contro l’Udinese e alcune topiche prese nelle precedenti giornate (su tutti il derby di Milano con il gol regolare non concesso a Montolivo e la mancata espulsione di Juan Jesus sul finire del primo tempo su tutte), dovrebbe rientrare come primo arbitro, ma difficilmente in un match così importante.

Restano quindi in 5 nella lista, in rigoroso ordine alfabetico: Banti, Bergonzi, Rizzoli, Rocchi e Tagliavento.

Di questi cinque, facendo un borsino, vedo in discesa:

- Banti, nella ultima giornata designato come assistente di linea in Inter-Milan. Il Napoli lo ha contestato soprattutto per le direzioni nelle partite della scorsa stagione con il Cesena (gol annullato a loro avviso ingiustamente) e in questa stagione con la Lazio (dove concesse un gol di mano a Klose, annullato poi per la sportività del giocatore tedesco che ammetteva il tocco). Quella con la Lazio è anche l’unica partita diretta del Napoli da parte dell’arbitro toscano in questa stagione in cui ha diretto per 3 volte i bianconeri (2 in campionato e 1 in coppa Italia). Ha diretto sinora 12 incontri.
- Rocchi, nella ultima giornata designato come assistente di linea in Pescara-Lazio. Ha arbitrato di recente le due squadre: alla 22ª il Napoli a Parma e alla 25ª la Juventus a Roma. Quella emiliana è anche l’unica partita diretta del Napoli da parte dell’arbitro toscano in questa stagione in cui ha diretto per 3 volte i bianconeri (tutte in campionato). Anche lui ha diretto sinora 12 incontri.
Entrambi potrebbero essere designabili per l’altro incontro di cartello della giornata: Milan-Lazio.

Mentre i più papabili a mio avviso sono:

- Bergonzi (a mio avviso potrebbe essere la sorpresa della designazione) che nell'ultima giornata è stato designato come assistente di porta in Bologna-Fiorentina . Quest’anno ha diretto 12 match, di cui tre del Napoli (l’ultima alla 21° in Fiorentina-Napoli) e 1 della Juventus (alla 23ª in Chievo-Juventus). Fischietto preparato, ma a mio avviso un po’ troppo presuntuoso e un po’ sfortunato con la Juventus, ma comunque arbitro deciso e sereno. Alla storia passò un famoso Napoli-Juve da lui diretto nella stagione 2007/08, vinto 3-1 dai partenopei con due rigori concessi per due falli inesistenti su Lavezzi e Zalayeta che, simulando, di certo trassero in inganno l’arbitro genovese. Questo però sarebbe sicuramente uno stimolo per non commettere più errori del genere. Nello 0-0 di Catania-Napoli, dopo 2′ espulse un giocatore rossazzurro per fallo da ultimo uomo. Insomma, visti i lamenti che spesso provengono dalla corte di De Laurentiis e Mazzarri, sarebbe la soluzione per evitare polemiche preventive da parte loro.
- Rizzoli: è sicuramente il favorito per la designazione, anche se il Corriere dello Sport dalla settimana scorsa ha iniziato una campagna per il suo boicottaggio ricordando che è stato anche l’arbitro di porta che segnalò i rigori a favore della Juventus a Pechino e a Udine, quindi è presumibile che per evitare polemiche preventive (sempre pronte in area De Laurentiis-Mazzarri-Auriemma…) non venga designato, nonostante il rigore di ascella fischiato a Isla e risultato decisivo in Milan-Juventus. Juventus che non dirige proprio da quella partita (era la 14ª giornata)
- Tagliavento: ha diretto Napoli e Juve 2 volte per parte nelle 11 direzioni stagionali fin qui avute. Sampdoria-Napoli (diretta a mio avviso male) in una gara vinta dal Napoli con un rigore fischiato per fallo di Gastaldello su Hamsik avvenuto mezzo metro fuori area e con una direzione contestata, non poco, dagli ambienti blucerchiati e Roma-Napoli (senza infamia né lode); Fiorentina-Juventus quest’anno (con un giudizio buono) e, soprattutto, Juventus-Inter (male interpretata e diretta dall’arbitro umbro). Fu protagonista di una direzione non particolarmente felice anche lo scorso anno in Napoli-Juventus 3-3.

Questa la scheda riassuntiva del nostro borsino con quelle che secondo noi sono le possibilità di designazione dei direttori di gara.

Orsato, Valeri e De Marco potrebbero rientrare in gioco invece, con Rocchi e Banti, per la designazione come arbitro di linea.

Per completezza di dati mostriamo anche il dato statistico relativo alle medie, alle partite arbitrate e alla differenza sia per tutti gli arbitri dal 2006 ad oggi: media punti squadre e squadre con arbitri dalla stagione 2006/07 ad oggi (26/02/2013)

Certamente le polemiche delle ultime ore potrebbero cambiare le carte in tavola per ciò che riguarda i principi secondo cui sono arrivate le mie “preclusioni” alla designazione, considerate anche le pressioni di una certa stampa nei confronti della non designazione di Rizzoli… Insomma, 48 ore e vedremo se Braschi avrà mantenuto il suo modus operandi e sia rimasto autonomo o si sia fatto influenzare…

ASSISTENTI

Per gli assistenti il discorso è un po’ più complicato: come espresso in altre occasioni, analizzando sul database le loro scelte, differentemente da quanto succedeva nel periodo delle designazioni di Collina, con Braschi non sempre vengono designate coppie già consolidate, ovvero che hanno al loro attivo molti precedenti insieme. Ulteriore punto a discapito per la designazione sarebbe il fatto che erano proprio loro due gli assistenti di Bergonzi in quel già citato Napoli-Juventus del 2007/08.

Sul sito FIFA questi sono gli assistenti con lo status di internazionale. Anche per loro è stata fatta una analisi delle designazioni stagionali, delle medie e dell’ultima designazione. E’ prassi in questa stagione che il IV uomo designato sia un guardalinee.

A loro vanno aggiunti sicuramente Liberti, Viazzi e Petrella, che non sono internazionali ma si sono dimostrati assistenti molto affidabili.

Considerando lo storico, escludendo le coppie designate per le due squadre nell’ultima giornata sono giunto a questo borsino.

Qualche polemica su Faverani potrebbe arrivare da parte dei partenopei per l’espulsione di Pandev a Pechino indicata da lui a Mazzoleni, vedremo.

Le medie degli assistenti verranno inserite nella consueta scheda della terna designata. Non riportiamo, per motivi di lunghezza i dati relativi al confronto generale: sono infatti quasi 100 gli assistenti designati negli ultimi 6 anni e mezzo e molteplici le coppie (circa 300) designate per le 4 squadre considerate nel nostro database.

LA PREVISIONE

Proviamo allora a giocare e, due giorni prima della designazione, a indovinare la cinquina (anzi, il sestetto, considerato il IV uomo) chiamato a dirigere il big match.
Come IV uomo potrebbe essere designato il Sig. Di Liberatore

Ovviamente il mio è un gioco, ma la nostra speranza è vera ed è quella che venerdì sera i direttori di gara siano fra i migliori in campo, ossia quasi invisibili, evidente sintomo di match passati alla storia per la bellezza e la spettacolarità del gioco e non delle polemiche. E che vinca il migliore…


Prossima partita

JUVENTUS-BOLOGNA

Serie A

19 aprile 2014, ore 18.30

Foto Gallery