L'han presa bene

galliani berlusconiSe oltre che juventino fossi pure Travaglio, direi che non c'è nulla di più paradossale che sentire Berlusconi parlare di ingiustizia per il gol non convalidato a Muntari, e di scandalo per la conferma delle tre giornate di squalifica a Ibra, proprio nel giorno della prescrizione con rinfresco per il processo Mills ("Mezza giustizia è fatta"). Insomma: quando c'è di mezzo lui, giustizia mai.

E' che io sono solo juventino, e della peggior specie, ovvero della migliore, cioè di quelli per nulla fieri di avere espiato con la B o orgogliosi di aver "cacciato Moggi", pertanto di Berlusconi non parlo. E non parlo nemmeno del suo luogotenente e amministratore delegato il quale, secondo i pissi pissi di chi era nei paraggi, nella sfuriata pre-malore messa in scena contro tutti nell'intervallo di Milan-Juve, avrebbe apostrofato Conte con una battuta sui capelli trapiantati. Che uno guarda la faccia incastonata nella testa cromata di Galliani, quella color campo centrale del Roland Garros incastonata nella testa mogano Ikea intenso di Berlusconi, e se ha passato i quaranta telefona subito a papà per chiedergli come si sente.

Ma le cose della Juve, così come quelle della vita, son fatte di priorità, pertanto, via Berlusconi e via Galliani, della think tank rossonera non rimane che Carlo Pellegatti. Dei tre sicuramente il più equilibrato, sabato sera ha serenamente accettato il verdetto del campo senza concedere spazio alle recriminazioni. D'altra parte, la scuola è quella storicamente sobria di Casa Madre, che mai - e sfido chiunque a sostenere il contrario - si è concessa il lusso di fomentare gli animi o alimentare sospetti in quasi trent'anni di onorata carriera da disinteressata - Attilio Auricchio sarebbe fiero di me - entità mediatica nazionale.

Conte è un malato di mente, Chiellini il solito provocatore, e tra un cazzo rompi i coglioni e un vai a casa e muto, la chiosa finale sulla Juventus che, al pari del suo allenatore, non conosce vergogna. Detto da uno che, nell'anno di Calciopoli, ha disputato e poi sollevato al cielo la Champions League

E pensare che mancavano Ibra e Boateng. Che sfiga, maledizione.

News

Juve-Palermo: tre utilissimi punti

Juventus-Palermo: rabellino e statistiche   Juventus-Palermo 2-0 - Gara incolore ma arrivano i tre punti. Juventus: Buffon; Ogbonna, Bonucci, Chiellini; Pereyra (53' Lichtsteiner), Vidal, Pirlo (65' Pogba), Marchisio, Asam...

Quanto vale il Bayern?

Quanto vale il Bayern?

Il giorno 11 febbraio 2014, con un comunicato ufficiale, la società “FC Bayern München AG” ha annunciato l’ingresso nella compagine societaria del socio Allianz, mediante un aumento di capitale soc...

La memoria ballerina di Giandomenico Lepore

La memoria ballerina di Giandomenico Lepore

L’ex Procuratore capo di Napoli, Giandomenico Lepore, ha rilasciato in questi giorni un'inattesa intervista a Telelombardia, durante la quale è tornato sulla vicenda Calciopoli. Chi conosce bene i fatti e le ca...

La lezione genovese

La lezione genovese

E' stata una partita simile a molte altre, giocata e condotta nel modo consueto, ma con un diverso risultato finale. Non è successo nulla di grave, per carità. Genoa-Juventus dello scorso campionato (nel giron...

Povero calcio italiano! Chi seguirà Agnelli?

Povero calcio italiano! Chi seguirà Agnelli?

È difficile analizzare la situazione del calcio italiano meglio di quanto ha fatto Andrea Agnelli nel discorso presentato in occasione dell’Assemblea degli azionisti del 24 ottobre. Raccogliendo i dati nazionali ...

Genoa-Juventus 1-0

Genoa-Juventus 1-0

Buffon: festeggia (si fa per dire) la 500esima in A con una sconfitta senza subire un tiro in porta. SV. Bonucci: schierato a destra per sfruttare la sua maggiore capacità tecnica. Qaalche buon lancio ma troppe palle...

Rocchi, l'aggiotatore

Rocchi, l'aggiotatore

Se pensavate che con le interrogazioni parlamentari si fosse toccato il fondo, ricordatevi che non c'è limite al peggio. Repubblica di Mercoledì 29 Ottobre riporta che la procura di Roma ha infatti aperto un f...

Archivio