Sofri: "Punti e stelle"

giustiziaRiprendiamo da wittgenstein.it di oggi questo lucido pezzo di Luca Sofri, che argomenta come, al di là di ogni partigianeria, la Juventus abbia pieno diritto di affermare che gli scudetti vinti sono 30. Senza violare alcuna regola.

 

Al di là del merito e delle tifoserie (non sono juventino, non sono interista, non ho interessi in ballo), ho un’obiezione “tecnica” a quello che scriveva ieri Michele Serra e a quello che scrive oggi Stefano Nazzi, sull’implicazione sovversiva e di violazione delle regole della pretesa della Juventus di attribuirsi 30 scudetti e 3 stelle.
Riassumo Serra – col quale già ne parlammo – in pochissime parole: se decidi di comportarti come se una sentenza pronunciata da un organismo che implicitamente rispetti e condividi sia sbagliata, ne mini le fondamenta e fai saltare tutto il patto.

L’obiezione è che Serra confonde l’obbedienza a una regola con la sua contestazione, confonde un reato con un’opinione. La Juve non è parte dell’istituzione, non è tenuta a condividere pubblicamente i suoi pronunciamenti, mentre è tenuta invece a obbedirvi: anche perché se non lo facesse compirebbe nuove violazioni di regole che sarebbero sanzionate.
La Juve non ha deciso di non partecipare più al campionato (poteva farlo, se avesse voluto mettere in discussione il sistema), o di andare alla sede dell’Inter e portarsi via dei trofei: sta solo manifestando il suo dissenso da quella sentenza, che ha comunque inevitabilmente subito e “rispettato”, punti di penalizzazione compresi. Ufficialmente, gli scudetti sono 28, punto.

L’equivoco è importante, perché discende direttamente dalla pretestuosa obiezione che nella società civile pretende che non si possano discutere e criticare le sentenze della magistratura: il “rispetto delle sentenze” è una formula ingannevole e strumentale usata per mettere a tacere i dissensi. Le sentenze le fa rispettare lo Stato, e la forza pubblica, eventualmente: ma io, mentre le subisco, mentre sconto la pena, ho diritto di dire che non è giusto e che per me il colpevole non sono io. Ho diritto di dirmi innocente, che lo sia o no. Ho diritto di fare tutto quello che non violi una regola scritta, nel qual caso ne sarò perseguito. E sostenere che esercitando questo diritto io metta a rischio il patto sociale è un ricatto morale che trascura la libertà di opinione.

La Juventus ha 28 scudetti, punto. E ha diritto di dire che ne ha vinti 30. Punto.


AD IMPOSSIBILIA NEMO TENETUR

AD IMPOSSIBILIA NEMO TENETUR

Ad impossibilìa nemo tenetur. Per chi conosce il latino, questa frase significa che nessuno è tenuto a fare imprese impossibili. Ed infatti, per chi ricorda le convulse giornate dell’estate 2006, sembrava ...

PER UNA VERITA’ STORICA

PER UNA VERITA’ STORICA

Cari amici, l'avventura che abbiamo iniziato il 5 maggio 2007 è finita. Quando abbiamo messo on line questo sito la nostra squadra del cuore stava vivendo il suo periodo più buio, annichilita nel suo pres...

L'aria d'Europa fa bene alla Juve

L'aria d'Europa fa bene alla Juve

La Juventus espugna l'Etihad Stadium e strappa tre punti importantissimi alla squadra più temuta del girone. Un risultato che molti juventini non si aspettavano e che molti media nostrani temevano. Basta leggere i ti...

Un buon punto in ottica salvezza

Un buon punto in ottica salvezza

No, non sono impazzito. Certo, è una provocazione, ma con questo atteggiamento è davvero il massimo ottenibile. Il pareggio di ieri, sebbene il Chievo abbia ottenuto il gol da un carambola che ha liberato Hetemaj ...

Tutto sul mercato della Juve

Tutto sul mercato della Juve

Abbiamo provato a riepilogare tutto quanto avvenuto in casa Juventus nell'ultima sessione di mercato. Non vogliamo esprimere valutazioni o giudizi (sarà il campo a darli nel corso della stagione) e ci limitiamo, per ...

Pessima partenza in campionato per Allegri

Pessima partenza in campionato per Allegri

La Juventus rimedia un secco 2-1 all'Olimpico. 0 punti dopo due partite è un campanello d'allarme fortissimo e sebbene gli ultimi minuti abbiano mostrato una squadra diversa la sostanza non cambia: la squadra sem...

Archivio