CAMPI MINATI - Sempre in ferie

campi minati"Pensavo fosse amore, invece era un calesse"

Essere in vacanza aiuta. Aiuta a non sentire tante cose. Mentre il consiglio di amministrazione della Juventus si rinchiude per tempo immemorabile in una riunione che in sostanza non ha concluso nulla, si può dire che si sono fatti passi avanti. Un tempo quando si riunivano per tanto tempo o ci spedivano in serie B senza passare da un giudice serio, o portavano a casa Poulsen. Tutto questo con la premessa iniziale di andare fino a Lugano coi processi (Cobolli Gigli dixit) e di prendere Xabi Alonso. Non che sempre le premesse fossero disattese: nel caso di Lugano si può facilmente sostenere che in un certo senso ci siano andati, avendo mandato la squadra più forte d'Italia a puttane.

Il problema è capire stavolta quale disastro ha partorito questa riunione di dieci ore. Posto che non si siano dimenticati ancora una volta in bagno il presidente Cobolli Gigli (non sappiamo se la proposta di comprargli un salvalavita Beghelli sia stata approvata dal CDA), che Diego arriva davvero e che al massimo a partire sarà Del Piero (se decide di giocarsi la chance per i mondiali), che Ranieri, Wenger, Gasperini o Spalletti non sono ancora stati avvisati di nulla, che il bilancio sarà in pareggio, sinceramente non è facile capire cosa sia andato storto questa volta.

A pensar male si fa peccato, ma di solito si azzecca. Per fortuna sono in vacanza, e quindi mi posso permettere di scherzare, ma non troppo.
Mentre rifletto sui risvolti di Lapo presidente (non tanto ai pro e ai contro, quanto alla necessità di un presidente "senza portafoglio", per quanto super tifoso), mi chiedo che cosa si sia deciso in merito al destino di questa squadra, mentre ringrazio i ragazzi che fuori dalla sede esponevano uno striscione che invitava a una maggiore competenza ed impegno.
Non è questione di curva o semplici tifosi, è questione di cuore.

E il cuore non può mai smettere di battere.

Allora ben venga una riunione di 10 ore, ben vengano i 3 milioni di euro di buona uscita dati ad Andrade (quando all'inizio non volevano dargli nulla), ma sia fatta chiarezza sul futuro, perché a speculare sono sempre in troppi.
E se Buffon parla con John Elkann, chissà cosa avranno fatto tutti gli altri a cui erano stati promessi incarichi dirigenziali: Del Piero, Camoranesi, Nedved. Nessuno dei tre a quanto pare rientra nei piani alti per la prossima stagione. Cannavaro sì.
Ben venga tutto, ma basta bugie o specchietti per le allodole. Perchè Diego da solo non fa primavera, e io a maggio non voglio più andare in ferie.

Intanto viene varata la lega professionisti di serie A, ratificando lo scisma. Perfetto, finalmente entriamo nel calcio del nuovo millennio.
Solo che non tutte le squadre di A erano d'accordo, e dalla B sale quel Bari di Matarrese che non è certamente soddisfatto del trattamento a lui riservato dalla nuova lega.
Cosa succederà alla prima riunione di lega, con le squadre neopromosse, che avevano votato contro lo scisma?

Chissà se stavolta si potrà fermare questo campionato farlocco, in nome del Dio denaro, al contrario di quando in agenda c'era l'omicidio della Juventus.
Chissà se Montezemolo, che non vince senza spendere, fermerà anche il mondiale di formula 1 dell'anno prossimo.
Chissà se al Tour qualcuno che fa il giro verrà beccato all'antidoping.
Chi vivrà, vedrà, tanto qui in vacanza si sta abbastanza bene. Manca solo la Vecchia Signora. Quella vera.

Prossima partita

JUVENTUS-BOLOGNA

Serie A

19 aprile 2014, ore 18.30

Foto Gallery