Agli amici lettori, visitatori e internauti in genere

varieUn giorno e mezzo, forse due, impiegati a far due semplici cose: la prima, quasi di routine, convincere la società americana server hosting di cui ci serviamo (e paghiamo di tasca nostra, dear Mr. Bufi) a riattivare il sito, sospeso per il numero spropositato, e non più supportato, di queries ricevute subito dopo la lettura della sentenza colpevolista. La seconda, aprire la casella della posta e trovare, in aggiunta alle parole degli iscritti alla pagina Ju29ro.com di Facebook, moltissime mail esprimenti sostegno e preoccupazione, richieste di non mollare e quant'altro, ricevute in così poco tempo.

Sarebbe inutile nascondere il fatto che una botta del genere avrebbe atterrato un toro. Un toro, appunto, non Ju29ro. Un'affluenza così cospicua nella nostra redazione virtuale non si era mai registrata, ognuno in cerca di qualcuno o di qualcosa che ci potesse dare la volontà di proseguire questo impegno o di trovare un motivo per continuare ad informarci e ad informare.

Una serata difficile, come difficile è stato trovare una voce tra di noi, trovare, nella giungla di quella sentenza, un significato di quanto abbiamo fatto. Ogni gruppo ha i suoi leader, questo è fuori discussione, ma la sorpresa nel nostro gruppo è che il leader in molte situazioni è quello che non ti aspetti: a volte chi prende le decisioni, a volte chi propone le soluzioni, a volte il redattore saltuario e a volte l'amico che non c'è più ma che spesso ritorna.

Questa volta siete stati voi. Tra le nostre timide reazioni, il malcelato smarrimento e la montante incredulità, avete notevolmente contribuito con il vostro conforto, con i vostri rimbrotti, come se sapeste come ci sentivamo, con la vostra spinta, a farci ritrovare le motivazioni, a farci ricordare perché e come avevamo cominciato, cosa abbiamo fatto e per cosa scriviamo. Leggendo di seguito le parole che ci avete inviato, abbiamo sentito l'impegno, la dedizione e, permettetecelo, con una punta di orgoglio, ci siamo ritrovati tutti d'accordo che non si molla, che una sentenza del genere, seppur pesante e, nonostante i gradi di giudizio ancora disponibili, quasi perentoria, va aperta, vista, rivista ed analizzata per capire se hanno capito o se glielo hanno fatto capire.

E’ nei momenti come questo che esce il carattere della squadra! Come squadra di ju29ro.com avete fatto un lavoro informativo strepitoso in questi anni. Stasera farsopoli si è arricchita dell’ennesima puntata oscena. L’amarezza è indubbia. Ma da domani questa sentenza deve diventare solo un motivo in più per difendere, con ancora più forza, il nostro orgoglio gobbo.

Io e molti molti altri amici siamo preoccupati. Da molte ore non riusciamo ad accedere al sito. Cos'è successo? Se avete preso decisioni di protesta nei confronti della sentenza di Napoli fatecelo sapere. E' importante perché se anche voi mollate allora è veramente la fine.

Che succede? il giornale on line non va più, vi siete arresi?
Vi prego no: c'è bisogno di voi!


Nel momento dell'amarezza, desidero ringraziarvi di cuore per ciò che avete fatto in questi anni per amore certamente della Juventus ma anche della verità e della giustizia.
Non avendo avuto la possibilità di accedere al sito per due giorni di seguito, ho pensato che la vostra amarezza possa essere stata tale da indurvi a "chiudere bottega".
Non è stato così e ne sono felice.
Non mollate!


Scusate l’amarezza; mi siete mancati in questi due giorni, e non credo solo a me. Ho avuto il dubbio che qualche forza oscura vi avesse ridotto al silenzio; mi sembrava impossibile, conoscendovi. Quando ho visto ricomparire la vostra (posso dire nostra?) home page ho provato un immenso piacere. Sarete sempre il nostro sito, quelli che fino ad oggi hanno lottato per cercare la verità e che continueranno a farlo. Noi saremo sempre al vostro fianco. Forza Juve, nonostante tutto, sempre, ma anche forza Luciano. Perché senza giustizia non può esserci esultanza.

Grazie!
Per quello che avete fatto e per quello che farete.
L'editoriale che ho appena letto mi ha risollevato il morale.
Quanto accaduto è aberrante sotto tutti i punti di vista e ci ha fatto male, molto male.
Ma appunto perché è tutto così assurdo non si può e non si deve mollare.
E quindi sono molto felice che da oggi "si riparte".


Grazie a Voi. Anche a tutti coloro che non han scritto ma che, siam sicuri, leggono.

Ju29ro Team

News

Per Morata lo stop è di 50 giorni.

Per Morata lo stop è di 50 giorni - Espletati gli opportuni accertamenti medici, il sito ufficiale della Juventus ha chiarito la real e entità dell'infortuno patito ieri in allenamento dal neo-acquisto Alvaro Morata. "Al...

Rinnovamento o restaurazione? Questo è il dilemma...

Rinnovamento o restaurazione? Questo è il dilemma...

Ieri è stata sciolta anche l'ultima riserva: l'11 agosto sarà Demetrio Albertini a contendere a Carlo Tavecchio la poltrona di presidente della Federazione Italiana Giuoco Calcio, vacante dal giorno in cui...

Lettera aperta ad Antonio Conte

Lettera aperta ad Antonio Conte

Caro Antonio, questa da te proprio non me l'aspettavo. Le tue dimissioni da allenatore della Juventus che più ho amato in vent'anni di tifo bianconero mi sono piombate addosso come il classico fulmine a ciel ...

Identikit di un Presidente Federale

Identikit di un Presidente Federale

Tavecchio sì, Tavecchio no. E poi Albertini, Vialli, Cannavaro. Chi più ne ha più ne metta. Il caos in cui versa il calcio italiano del post Abete era abbastanza prevedibile. Così come sono prevedibi...

Antonio Conte, non ti potrò mai dimenticare

Antonio Conte, non ti potrò mai dimenticare

Antonio Conte, il condottiero. Prima soldato in campo, poi generale ai bordi. Partiamo da questo, poi andiamo oltre. Dalle sue dimissioni inaspettate, premature o tardive (a seconda di come la si vuole vedere), fino ad oggi...

Delusione Messi? Mah...

Delusione Messi? Mah...

E' partito il coro dei sedicenti opinionisti. I media italiani compatti a sentenziare: "Fallimento Messi", "Messi nemmeno avvicinabile a Maradona", etc. Gli eventi del passato sono evidentemente avvolti ...

Ne abbiamo viste tante...

Ne abbiamo viste tante...

E’ proprio vero: noi juventini ne abbiamo viste tante. Abbiamo visto la prima Juve di Boniperti, targata 71/72, decollare dopo la morte di Armando Picchi, l’allenatore prescelto per riportare la Vecchia Signora ...

Archivio

Foto Gallery